Home

Crocifisso di Santo Spirito

Descrizione: 

Questa creazione è stata un omaggio alla città di Firenze (insieme al Michelangelo che scolpisce il Prigione Atlante) in occasione dell'esposizione del presepe monumentale dei Sassi di Matera presso la basilica del Santo Spirito (Natale 2017) e riproduce il Crocifisso ligneo policromo che è conservato nella sua sagrestia.
Cristo è stato posizionato in croce con una innovativa rotazione delle ginocchia e del bacino che valorizza anche la veduta laterale della scultura. Il modellato, nonostante la precisa resa anatomica, è morbido e attento ai dettagli più delicati. Il corpo è composto e piuttosto gracile, indifeso e fragile davanti al dramma del martirio e della morte, ma il volto è comunque caratterizzato da una mansueta accettazione.
Michelangelo fu tra i pochi artisti della sua epoca a poter vantare una conoscenza "scientifica" del corpo umano che gli permetteva di raffigurarlo in maniera tanto realistica.
A diciassette anni, Michelangelo fu ospite del convento del Santo Spirito, qui gli fu concesso di analizzare i corpi provenienti dall'ospedale del convento per studiarne l'anatomia.
Come ringraziamento per l'ospitalità e la grande opportunità di studio il giovane artista scolpì il legno.

________

 

Copyright © 2018. All Right Reserved || Credits